Sport

 

 

UN FOGGIANO NEL CALCIO CHE CONTA

L'Avvocato Carmine La Torre nominato da Tavecchio

nell'Organo Giudicante della FIGC

 

Comunicato stampa                                                                                                        08/09/2016

 

L'avvocato foggiano Carmine Fabio La Torre è stato nominato componente del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Vertenze Economiche della FIGC e risulta anche tra i vicepresidenti.

La Federazione Italiana Giuoco Calcio, infatti, ha reso note qualche giorno fa, con un comunicato ufficiale comparso sul sito, le nomine dei Presidenti, dei Vice Presidenti e dei Componenti del Tribunale Federale Nazionale, per le sezioni Disciplinare, Tesseramenti e Vertenze Economiche.

La comunicazione, siglata direttamente dal Presidente Carlo Tavecchio, è giunta di sorpresa, dato che l'avvocato La Torre sarebbe stato selezionato esclusivamente grazie al suo curriculum, dopo aver inviato la domanda di ammissione.

Si tratta di una nomina storica, dal momento che mai nessun foggiano aveva ricoperto una tale carica di spicco all'interno della FIGC. L'avvocato foggiano seguirà le controversie di carattere economico della Federazione, all'interno del Collegio dell'Organo di Giustizia Sportiva.

Carmine La Torre è giuslavorista con esperienza nell'assistenza legale stragiudiziale e nella rappresentanza giudiziale in materie di diritto del lavoro e diritto dello sport, è inoltre docente in corsi di formazione post-graduation nel settore del diritto sportivo, fa parte dello Studio Legale Tigre di Foggia ed è già docente della Scuola dello sport C.O.N.I. Puglia e componente del Comitato Regionale della Puglia della Federazione Italiana Nuoto.

Samantha Berardino

 

 

Mentre il Leicester vive il suo sogno in Premier League, nei Monti Dauni un’altra società vive la sua favola: lo Sporting Team vince il Campionato di Terza Categoria Avellinese, Girone E.

La compagine, composta prevalentemente da ragazzi di Accadia e di alcuni paesi limitrofi, con 3 giornate di anticipo e con ben 14 punti sulla diretta avversaria (classifica aggiornata al 7 maggio) ha conquistato un titolo forse mai messo in discussione. Infatti la squadra non ha mai abbandonato la vetta della classifica ma, da vera “regina della classifica”, ha mantenuto i nervi saldi superando con merito tutti gli avversari che si sono avvicendati nel corso del campionato.

Ma, invece di commentare noi, questa cavalcata vincente, preferiamo farlo con le voci dei protagonisti, pubblicando le interviste pervenuteci, partendo da Mister Luigi Solimine fino ad arrivare al Presidente Gaetano Danza e al Direttore Sportivo Zannella Vincenzo.    

Mister Solimine, vi aspettavate di vincere il campionato e soprattutto con tre giornate di anticipo?

La società ha messo su una squadra di grande valore, sia calcistico che umano, un bel gruppo, ero convinto che la vittoria era alla nostra portata ma mai immaginavo che avremmo chiuso il campionato così in anticipo.

Qual è stata la partita decisiva?

Più che una direi che ce ne sono state tre decisive, per aspetti diversi. La vittoria dell’andata a San Nicola Baronia: loro erano primi e noi secondi a -2 punti, chiudemmo il primo tempo in vantaggio per 1-0. Poi subito all’inizio del secondo tempo l’espulsione per somma di ammonizioni del nostro capitano, ma siamo comunque riusciti a concludere la gara con quel risultato, grazie alla voglia di vincere dei ragazzi. La seconda è stata il derby con il Monteleone, squadra appena rafforzata da diversi innesti di giocatori di valore: nel primo tempo di nuovo in 10 per l’espulsione del nostro portiere, ma nonostante tutto, i ragazzi non mollarono e non rinunciarono a giocare per ottenere l’intera posta: vincemmo la gara al 90’. Infine la terza è stata la vittoria per 2-6 in casa del Panni. Siamo andati a Panni che eravamo già a +5, ma loro non volevano mollare e noi eravamo un po’ rimaneggiati, ma siamo riusciti comunque a vincere, contro una degna avversaria.

C’è stato un momento in cui il primato è stato a rischio?

Devo dire che la pressione del Panni, che è un ottimo gruppo, un po’ di ansia ce l’ha messa.

La squadra che più l’ha impressionato?

La squadra che più mi è piaciuta  è stato il San Sossio. Nelle due gare ci ha affrontato a viso aperto, senza tatticismi.

Che voto da alla sua squadra?

Ad una squadra che vince il campionato con largo anticipo non si può che dare un 10, anche se, come normale che sia, in un paio di partite siamo andati in tilt. Comunque l’atteggiamento complessivo della squadra durante tutto il campionato è stato da prima della classe.

E alla società?

La società ha costruito questa squadra con uno spirito sano e con un unico obiettivo: far giocare i ragazzi del territorio e dimostrare che si può vincere anche senza assoldare giocatori di categorie superiori. Per questo e per il progetto calcistico che hanno in mente non posso che dargli un voto alto.

Qual è il futuro di mister Solimine?

Io ho sposato gli ideali e il progetto della società, credo fortemente nel gruppo e nei miei ragazzi e credo che il prossimo anno possiamo fare un ottimo campionato. Poi si sa nel calcio quello che contano sono i risultati, ma sono certo, che aldilà del ruolo, non farò mai mancare il mio contributo a questa società e all’idea che si può fare buon calcio anche con i ragazzi del nostro territorio.

Presidente Danza, al terzo tentativo ha vinto la sua scommessa? E’ soddisfatto?

Sì, nonostante la giovane storia della società, siamo riusciti a centrare due finali play off e a vincere il campionato di Terza Categoria.

Si aspettava questo risultato?

Sì, perché in un gruppo già consolidato e di spessore, abbiamo inserito quest’anno giocatori che hanno dato quel valore aggiunto alla squadra. Preferisco non fare nomi, ma le statistiche e le classifiche parlano chiaro, abbiamo primeggiato in tutto.

Anche se parliamo di campionati dilettantistici, quanto conta una società competente e sana, per raggiungere determinati obiettivi?

Credo sia fondamentale. In qualsiasi categoria giochi, se non sai gestire l’aspetto economico e tecnico, puoi incorrere in pesanti defiance. Quest’anno, c’è stato l’ingresso di nuovi dirigenti che sono stati ottimi collaboratori e hanno dato un grosso contributo in tutti gli aspetti gestionali e organizzativi.

Cosa bolle in pentola per la prossima stagione?

È mia intenzione riconfermare tutti, a partire dal tecnico, che ha saputo gestire egregiamente il gruppo. Se le finanze lo permetteranno, rafforzeremo la squadra per essere protagonisti nel prossimo campionato di Seconda Categoria, anzi, colgo l’occasione per fare un appello a quanti vogliano unirsi al nostro progetto per far crescere ancor di più il calcio nostrano e dare la possibilità ad altri ragazzi dei nostri paesi di vivere questo meraviglioso sport da protagonisti.

Direttore Zannella, quale è stata l’emozione più forte di questo  campionato?

Sicuramente l’affetto che i giocatori hanno dimostrato nei confronti di tutta la società, anche se con diverse incomprensioni. In particolare, mi sono emozionato durante l’ultima giornata, a seguito della vittoria con il San Nicola, quando tutta la squadra si è recata sotto gli spalti per dimostrarmi tutto il suo affetto. Siamo un grande gruppo dove ognuno di noi ha un ruolo e penso che nei prossimi anni possiamo solo migliorare: diciamo che siamo ancora all’inizio del nostro viaggio… (Paco Capano)

ELCE

Periodico d’informazione sociale e culturale di Accadia, Bovino, Castelluccio dei Sauri, Deliceto e Sant’Agata di Puglia

Autorizzazione del Tribunale di Foggia n° 17/P/2006

Editore: Gerardo Ippolito
Direttore Responsabile: avv. Mattia Bizzarro
Vice Direttore: Michele Roselli
Redazione: Pasquale Capano, Francesco Bellebuono, Alessandro Frano, Mattia Mascia, Domenico Lipsi
Collaboratori: Anna Maria Gesualdi, Antonietta Petrella, Maria Concetta Bisanti, Teresa Bizzarro, Mariagrazia Bonuomo, Antonella Capano, Carmelino Capano, Gennaro Chiappinelli, Angela Chinni, Pietro Doto, Elena Frisoli, Gennaro Iossa, Nicola Gesualdo, Raffaele Marseglia, Paolo Carmine Pacella, Orazio Sgambati, Giovanni Schiavone
Progetto Grafico: Pasquale Capano
Fotografo: Pina Suriano e Filippo Bonuomo
Vignettista: Rosanna Grisorio e Erica Suriano
Stampa: Ennio Cappetta & C. s.r.l. - Foggia

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
facebook: ELCE - Informazione sociale e culturale

Contatti redazione: Avv. Mattia Bizzarro: 348.87.18.889
Ufficio grafico e Responsabile inserzioni pubblicitarie: GraficELCE - B.go Gavitelle, 79 - 71026 Deliceto
Cell.: 328.83.84.679
Tel/fax: 0881.96.70.59